Slideshow Immagine 1 Slideshow Immagine 2 Slideshow Immagine 3 Slideshow Immagine 4

Agevolazione Fiscale 36%

ATTENZIONE!!!
A partire dal 26 giugno 2012, le detrazioni fiscali del 36% diventano al 50% fino al 30 giugno 2013.

I Clienti che effettuano lavori presso la propria abitazione di riqualificazione possono godere della detrazione dell'imposta lorda dell'IRPEF... scopri leggendo sotto come!

Possono godere della detrazione i seguenti interventi:
  • manutenzione ordinaria (riparazioni o sostituzioni senza innovazione), solo se effettuati sulle parti comuni;
  • manutenzione straordinaria (comprendono al loro interno anche i connessi lavori ordinari necessari al completamento dell'opera, e non soggette necessariamente ad autorizzazioni comunali);
  • restauro e risanamento conservativo;
  • ristrutturazione edilizia;
  • realizzazione o acquisto dal costruttore di box o posti auto pertinenziali anche a proprietà comune;
  • eliminazione delle barriere architettoniche;
  • opere finalizzate alla cablatura degli edifici;
  • opere finalizzate al contenimento dell'inquinamento acustico;
  • opere finalizzate al risparmio energetico, specialmente se rivolte all'utilizzo di fonti rinnovabili di energia;
  • opere finalizzate alla sicurezza statica e antisismica, comprendenti anche quelle necessarie alla redazione della documentazione comprovante tale sicurezza;
  • opere che, sfruttando mezzi tecnologici, siano atte a favorire la mobilità interna ed esterna all'abitazione da parte di soggetti portatori di handicap;
  • opere destinate alla prevenzione del rischio del compimento di atti illeciti di terzi;
  • opere destinate alla prevenzione degli infortuni domestici.
Possono chiedere l'agevolazione:
  • proprietario o nudo proprietario;
  • titolare di diritti reali di godimento (uso, usufrutto, abitazione o superficie);
  • inquilino;
  • comodatario;
  • soci di cooperative a proprietà divisa (possessori) o indivisa (detentori);
  • assegnatari di alloggi;
  • soci di società semplice;
  • familiare (coniuge, parente entro il terzo grado e affine entro il secondo grado) convivente del possessore o detentore, anche senza alcun titolo;
  • promissario acquirente già immesso nel possesso dell'immobile (con compromesso regolarmente registrato presso Ufficio Registro).
La detrazione fiscale del 36% si applica anche nel caso di:

interventi di restauro e risanamento conservativo e di ristrutturazione edilizia (lettere c e d della legge 05 agosto 1978 n.457) realizzati su interi fabbricati;
esecuzione dei lavori entro il 30.06.2007;
  • effettuazione dei lavori da parte di sole imprese di costruzione o ristrutturazione immobiliare e da cooperative edilizie;
  • alienazione o assegnazione dei fabbricati entro il 30 giugno 2007. In tal caso la detrazione:
  • spetta al successivo acquirente o assegnatario delle singole unità immobiliari;
  • si calcola su una base che è forfetariamente stabilita nel 25% del prezzo dell'unità;
  • spetta sempre nel rispetto massimo del tetto dei 48.000 Euro annui.
Alla fine di questa esposizione ci sentiamo di dare un consiglio: perché tutto fili liscio è bene consultare prima il proprio commercialista di fiducia in modo da capire la reale porta della detrazione nella propria dichiarazione dei redditi.
Per non essere completamente digiuni, inoltre, può essere utile consultare la guida fiscale, di facile comprensione che alleghiamo sotto, disponibile anche sul sito internet della Agenzia delle Entrate.

« Torna alle News e Offerte

News e Offerte


In questa sezione trovate informazioni sulle detrazioni ed incentivi fiscali legati alla riqualificazione energetica ed alle ristrutturazioni edilizie di cui potete usufruire oltre alle migliori offerte sui nostri prodotti.

leggi tutto »





mappa del sito

chi siamo
prodotti
servizi
news e offerte
partner
contatti